Diablo 3 – Il Clan degli Illuminati
logo
statue

Mouse (il rat)

 

Il primo fattore da prendere in considerazione nella scelta di un mouse da gioco (e non solo!) è l’ergonomia: se si mette in conto almeno un’ora di forsennati click al giorno serve qualcosa di comodo e, preferibilmente, robusto.
Quanto al primo aspetto, la cosa migliore sarebbe avere la possibilità di provarlo per un discreto periodo di tempo ma mi rendo conto che non è possibile, quindi darò qualche indicazione in base alla mi esperienza personale, tenendo presente che più il mouse  diventa un’estensione della nostra mano, meno ci darà problemi o fastidi, quindi secondo me, il mouse dovrebbe avere delle dimensioni tali da adattarsi alle dimensioni della mano perché solo nella prima situazione, a lungo andare, non patiremo di affaticamento o, peggio, infiammazioni varie.
impugnatura

Il secondo aspetto è la robustezza perché non sarebbe bello se il nostro fedele mouse ci abbandonasse nel bel mezzo di una partita (ragione da sola che mi fa preferire un mouse wired ad uno wireless) o se dovessimo cambiarlo ogni 6 mesi; a questo proposito vale una regola generale: “se costa poco, vale anche poco!” Fate attenzione, esisteranno sicuramente delle eccezioni e non è affatto vera l’affermazione contraria. È anche vero che poco e tanto sono relativi… però un mouse sotto i 30€ lo sconsiglio.

Rispetto a quanto sopra, tutte le altre caratteristiche di un mouse (tasti programmabili, accelerazione, sensibilità, dpi, polling rate, angle snapping…) sono questioni secondarie.

G502 Proteus
Logitech

R.A.T. ProX
Mad Catz

GXT 155 Elite
Trust 

DeathAdder Elite
Razer 

     
Ergonomia 8,5
Qualità 8,5
Robustezza 8,5
Prezzo 70€
Ergonomia 9
Qualità 10
Robustezza 9,5
Prezzo 200€
Ergonomia 7,5
Qualità 7
Robustezza 7
Prezzo 40€
Ergonomia 8
Qualità 9
Robustezza 6,5
Prezzo 80€

 

Il Mad Catz R.A.T. Pro X Ultimate, secondo me, è il migliore in assoluto e, infatti, è quello che utilizzo abitualmente; il prezzo è considerevole ma è l’unico mouse in cui puoi scegliere se avere un sensore laser o uno ottico (e sostituirlo), puoi scegliere se usare piedini di scorrimento in carbonio o in ceramica (e sostituirli) a seconda del grip sul mousepad e permette alcune regolazioni per adattarlo all’impugnatura.

Il Logitech G502 è il miglior acquisto in quanto è bilanciato, completo e ha un prezzo accettabile; inoltre ha un bel sistema di illuminazione rgb a led che non serve a niente ma può piacere.

Il Trust GXT 155 Elite è la scelta più economica ma è comunque un buon mouse che permette di personalizzare il peso e le impostazioni; le valutazioni sulla robustezza si basano solo sulla mia percezione in quanto non l’ho usato abbastanza da avere un riscontro reale.

Il Razer DeathAdder Elite ha una forma molto tradizionale e potrebbe essere un ottimo mouse se non avesse un grandissimo difetto: le guancette laterali sono di gomma rigida che tende a deteriorarsi col tempo…

decorative footer border