Diablo 3 – Il Clan degli Illuminati
logo
statue

Capitolo VII

d3

Il Primo Maligno

Diablo arrivò ai Cancelli di Diamante del Paradiso con l’aspetto di Leah, ma Imperius, Arcangelo del Valore e comandante delle schiere angeliche, riconobbe l’illusione del suo vecchio nemico e mandò in cenere la maschera del demone.
La vera e terribile forma di Diablo venne rivelata, e i due si batterono finché Diablo sconfisse Imperius e mandò in pezzi i Cancelli di Diamante. Benché le forze dell’Inferno avessero cinto d’assedio il Paradiso più volte, mai prima di allora erano riuscite a violarne le porte.

Dopo la caduta dei Cancelli, i membri rimasti del Concilio di Angiris, l’organo di governo del Paradiso, furono presto dispersi.

Accorsi a scongiurare la caduta del Paradiso, Tyrael e i nefilim inseguirono Diablo attraverso il portale. Lì incontrarono Imperius il quale, ferito e sconfitto, li incolpò dell’ascesa del Primo Maligno e della rovina del Paradiso Celeste.
La profanazione del Paradiso da parte di Diablo era stata spietata. Le creature più potenti e infide degli Inferi fuoriuscivano dai Varchi Infernali. Gli angeli erano stati mutati in demoni. La disperazione attanagliava le legioni del Paradiso.
Imperterriti, i nefilim si aprirono la strada combattendo nelle sale sconvolte del Paradiso Celeste, cercando la guida di Itherael, Arcangelo del Destino, e salvando Auriel, Arcangelo della Speranza, prima del confronto finale con Diablo in cima all’Arcata di Cristallo, origine del potere del Paradiso e linfa vitale di tutti gli angeli.

Rafforzato dalle anime dei Maligni, Diablo scatenò sui nefilim una serie infinita di orrori, trascinandoli in una realtà distorta, il Regno del Terrore.
Ma i nefilim ebbero la meglio lì dove le forze del Paradiso Celeste avevano fallito e, dopo un titanico scontro, ridussero in cenere la manifestazione fisica di Diablo.

Con la sconfitta di Diablo, le schiere del Paradiso Celeste si dedicarono a ricostruire le rovine della loro dimora.

Tyrael tornò nel Concilio di Angiris come Aspetto della Saggezza, una qualità che sapeva sarebbe stata preziosa nei giorni a venire. Egli si sforzò di sanare il dolore e la diffidenza che si erano diffusi nel Paradiso a seguito dell’invasione di Diablo, forgiando una vera alleanza fra gli angeli e l’umanità… ma lo spettro dell’Eterno Conflitto continuò a incombere sulle sue speranze di unità.

< indietroavanti >

decorative footer border