Diablo 3 – Il Clan degli Illuminati
logo
statue

Capitolo VI

d3

L’Assedio di Rocca Bastione

La fortezza di Rocca Bastione, eretta in origine nei pressi del monte Arreat per “contenere la minaccia barbarica”, stava per cadere in mano alle armate di Azmodan quando gli eroi vi giunsero. I nefilim sventarono i tentativi di Azmodan di superare le mura con bestie da assedio demoniache, ma drappelli di demoni superarono di soppiatto le difese e s’intrufolarono all’interno, uccidendo civili ammassati e logorando gli sparuti difensori dell’umanità.
Seguendo le indicazioni di Adria, il gruppo di eroi scese nelle profondità del Cratere di Arreat per distruggere i Cuori del Peccato, artefatti demoniaci che potenziavano le armate di Azmodan.

Nel cuore del Cratere di Arreat, i nefilim si scontrarono col Signore del Peccato, che scatenò contro di loro i terrificanti poteri dell’Inferno, trasformando il suo covo in un incubo di fiamme e corruzione.
Alla fine, come Belial prima di lui, Azmodan fu sconfitto, e la sua anima imprigionata nella Pietra Nera delle Anime.

Di ritorno, ai vittoriosi eroi si presentò una scena spaventosa: sugli spalti della rocca, Tyrael era imprigionato da catene arcane, e il sangue e i corpi delle guardie morte formavano un cerchio rituale intorno a Leah. Adria affondò la Pietra Nera delle Anime nelle carni di sua figlia, e l’orribile verità fu chiara a tutti: era al servizio di Diablo, e Leah, la figlia che aveva avuto da Aidan, il ricettacolo che avrebbe permesso il ritorno del Signore del Terrore.
La terrificante presenza di Diablo s’impadronì subito del corpo e della mente di Leah, trasformandola completamente. Esultante per il ritorno del suo padrone, Adria fuggì, lasciando Tyrael e i nefilim sconvolti dal suo tradimento.

Con la Pietra Nera delle Anime nelle sue grinfie, Diablo divorò le anime di Mefisto, di Baal e dei quattro Maligni Minori, assorbendo così il potere e la malvagità di tutti i signori degli Inferi Fiammeggianti.
Poi, aprì un portale per i Cancelli di Diamante del Paradiso Celeste, finalmente prossimo a raggiungere il suo scopo ultimo: eliminare i suoi atavici nemici e regnare incontrastato sul creato come Primo Maligno.

< indietroavanti >

decorative footer border