Diablo 3 – Il Clan degli Illuminati
logo
statue

L’ABC dello Speedfarming

gennaio 18th, 2017 by

 

Gli ingredienti base per la ricetta sono semplici semplici e sono validi a prescindere dalla classe o dalla build che utilizzate:

  1. tempra per andare in giro a raccogliere senza troppi pensieri – q.b.;
  2. danno sufficiente ad accoppare i mob in pochi secondi – q.b.;
  3. velocità di movimento – a piacere.

Prendete un Anello dell’Avarizia, una Fascia d’Oro e un Favore dell’Accaparratore, metteteli in una casseruola e cuoceteli a fuoco lento rimescolando ogni tanto: otterrete tempra da vendere, un po’ di velocità e tanti bei soldini da spendere; indossando questi oggetti base potrete dedicare più attenzione al danno e alla velocità.
Altri ingredienti interessanti sono sicuramente i Guanti della Devozione e i Bracciali della Nemesi, specialmente se associati a una bella In-geom; mentre sugli ultimi credo che non ci sia bisogno di dire nulla perché sono noti e usati da tutti, non sottovalutate assolutamente di indossare i guanti per incarichi e rift veloci: vedrete che il bonus di tutti i santuari diventa di fatto infinito e dà più bonus di qualunque altro oggetto.
Tra le gemme non dovrebbe mancare Rovina dei Potenti che aumenta i danni per tutte le classi e tutte le build fin dal livello 1 ed è simbiotica con Nemesi e In-geom; potrebbe essere accompagnata da Corona del Fulmine che aggiunge un 25% di velocità di movimento per 3 sec da quando si attiva.
Tra gli anelli vanno menzionati Ossidiana dello Zodiaco che, pur non essendo universale, è estremamente valido in molte build e l’Anello della Magnificenza Regale che non è legato allo speedfarming in quanto tale ma consente di ridurre il numero di oggetti necessari a completare un set.
È così possibile, ad esempio, utilizzare Cammino del Sapiente – che è l’unico modo possibile per ottenere un respiro aggiuntivo dagli elite – insieme a Collera di Born.

Questi ovviamente sono suggerimenti generali e come tali validi in assoluto, da seguire soprattutto con personaggi non ancora al top, né per equipaggiamento né per paragon: è ovvio che se non vi abbattono nemmeno a cannonate Fascia d’Oro non vi servirà a nulla e probabilmente userete Ora delle Streghe, ma se avete un bell’eroe ancora in giovane età, state tranquilli che una build fatta così non vi deluderà.

Veniamo ora alla questione più controversa: a che difficoltà conviene giocare per ottenere i massimi benefici?
Qui le risposte dovrebbero essere diverse perché ognuno di noi ha obiettivi e aspettative diversi e io, per la mia conclamata pigrizia, non ve ne darò e mi limiterò ad alcune considerazioni che spero vi portino a trovare la vostra risposta:

  1. se ci mettete più di 5 minuti per chiudere un rift veloce a T13, scendete a T11;
  2. se avete bisogno di chiavi, meglio uno a T13 di 2 a T8 (nello stesso tempo ovviamente);
  3. se avete bisogno di respiri, Cammino del Sapiente vale più del livello di difficoltà, quindi meglio 2 a T8 “con” che uno solo a T13 “senza”;
  4. se avete bisogni di leggendari, affidatevi al fattore C;
  5. se avete bisogno d’amore, lasciate Diablo!

Add Your Comment

decorative footer border